Oggi, Domenica 24 Gennaio, 2021
Home / Alimentazione  / I datteri

I datteri

Datteri: pura energia e fonte di salute

Contengono un’alta concentrazione di zuccheri. Allora, si potrebbe pensare che i datteri fanno ingrassare. Ma quando si parla di zuccheri bisogna sempre distinguere tra quelli semplici e quelli complessi assimilati insieme alla fonte principale, il frutto. Secondo l’Ayurveda, per esempio, i datteri sono un alimento energetico e ben si adattano nei casi di affaticamento psichico, fisico e sessuale. Si ritiene diano forza, vitalità, resistenza, buonumore e aumentino la produzione di sperma. Per acquistare forza e vigore bisognerebbe mangiare dai 15 ai 20 datteri insieme a mezzo litro di latte, ogni giorno per un mese e mezzo circa. I datteri non sono indicati per le costituzioni Kapha che dovrebbero evitarli o ridurne il consumo. Mentre sono indicati sia per Pitta che per Vata (in questo caso devono essere consumati insieme al Ghee). In alcuni casi sono utilizzati come alternativa allo zucchero di canna grezzo indiano, detto jaggery o gur.

Fonte di salute

Sotto forma di sciroppo sono utili in caso di tosse, raffreddore e infiammazioni dell’apparato respiratorio, mentre se avete problemi con l’intestino “pigro” l’ayurveda consiglia di assumere 5 datteri insieme a un bicchiere di latte caldo da sorbire la sera prima di coricarsi.

Sono ricchi di vitamina C, vitamina A e vitamine del gruppo B come tiamina, niacina e riboflavina utili per il sistema immunitario e il buon funzionamento dell’organismo in generale. Contengono buone percentuali di proteine, carboidrati, minerali come calcio, fosforo e ferro.

 

Crema di datteri alla vaniglia

Ingredienti per 4 persone:

10 datteri, 250 ml di latte;

1 presa di cardamomo;

1 presa di cumino;

1 baccello di vaniglia;

50 g di farina d’avena;

1 cucchiaino di zucchero mascobado (delle Filippine);

250 ml di panna fresca;

1 spolverata di cannella in polvere;

 

Procedimento

Eliminate il nocciolo dai datteri e tagliateli a metà. Ponete i datteri in 250 ml di latte, aggiungete un pizzico di cumino, cardamomo e il baccello di vaniglia. Cuocete il tutto a fuoco basso fino a che non siano diventati abbastanza morbidi. Quando saranno della consistenza desiderata, eliminate il baccello di vaniglia e schiacciate con una forchetta. A parte, in una terrina, miscelate la farina di avena con lo zucchero e un po’ di acqua eliminando gli eventuali grumi. Unite il composto ottenuto alla mousse di datteri ancora calda. Mettete sul fuoco ancora 5-10 minuti , amalgamate bene con un cucchiaio di legno, quindi lasciate raffreddare. Terminato il tempo di posa unite la panna fresca a filo e riponete in frigo. Decorate con polvere di cannella prima di consumare.

ARTICOLI CORRELATI

Una meditazione con yantra e mantra

Allinea e sblocca i muscoli posteriori delle cosce e apriti a una nuova prospettiva con questa torsione terapeutica

Il Segreto è superare la percezione di separazione dalle persone e dal mondo

LINK SPONSORIZZATI
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.