Home / Insegnanti  / News ed Eventi  / Una mente che sorride, il nuovo numero di Maggio

Una mente che sorride, il nuovo numero di Maggio

Presenza, corpo, respiro

di Guido Gabrielli

 

Yoga Journal Maggio 2020C’è una particolarità che ho potuto osservare nel mondo dello yoga e della meditazione. In genere, chi pratica yoga non medita (al limite si ferma a osservarsi nella posizione distesa di Shavasana), mentre chi medita ha pochissima consapevolezza dell’esperienza del proprio corpo e del respiro. Insomma, chi pratica le posizioni in genere immagina la mente, chi medita immagina il corpo. Eppure queste due pratiche trovano giovamento e si forgiano sulla esperienza reciproca e sono l’una il continuo dell’altra e viceversa.

 

Che cosa è la mente e chi sono io sono le ineffabili domande che si presentano in ogni respiro, in ogni esperienza di posizione e attimo di meditazione. “Una mente che sorride”, titolo di questo numero, racconta del fantastico momento in cui la consapevolezza sorge e di come si manifesta neurologicamente nel corpo e nella mente. Questo è il filo conduttore di questo numero.

 

Un medico americano che insegna da anni Kundalini Yoga, Dharma Singh Khalsa nel 1993 ha fondato la “Alzheimer’s Research and Prevention Foundation”, un punto di riferimento a livello mondiale per le ricerche sui processi degenerativi del cervello. Alessia Tanzi, insegnante Kundalini e coach, è Brain Longevity Specialist®: ci racconta come la collaborazione tra la Alzheimer’s Foundation e la biologa molecolare Elizabeth Blackburn (premio Nobel 2009 per le ricerche sui telomeri) abbia dimostrato che la meditazione Kirtan Kriya blocca i processi di invecchiamento cellulare. ll programma di allenamento si chiama Brain Longevity®, teoria e pratica sul numero in edicola e online.

 

Cosa succede esattamente nel nostro corpo e nel cervello nel momento in cui si rivela un insight, quel meraviglioso momento di consapevolezza che afferma con chiarezza che non siamo prigionieri della narrazione continua e contrastante dei nostri pensieri? Perché ci sentiamo psichicamente e fisicamente più liberi e sereni? “Una mente che sorride” di Stefano Ventura e Massimo Paradiso, insegnanti mindfulness, su questo numero.

 

Il cervello è capace di creare naturalmente tutti gli elementi chimici chiave che le compagnie farmaceutiche sintetizzano in laboratorio. Ad esempio, la serotonina che aiuta a regolare l’umore, il comportamento sociale, l’appetito, il sonno, la memoria. Tutto il meraviglioso mondo dell’anatomia della presenza lo trovi su questo numero.

 

Come sempre puoi trovare il nuovo numero Yoga Journal di maggio online sul nostro shop.yogajournal.it

Buon risveglio

ARTICOLI CORRELATI

Le singolari analogie tra la pratica yoga e la celebrazione del rito cattolico

Può diventare un’ossessione e farti allontanare da gioia e pienezza di spirito

LINK SPONSORIZZATI
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.