Home / Benessere  / Antroposofia  / Piedi: le basi del benessere

Piedi: le basi del benessere

I piedi sono la base del nostro benessere, ma vanno curati con attenzione: detersione, impacchi, massaggi. Fino alla stesura dello smalto

di Simona Acquistapace

 

Le_basi_del_benessereI piedi ci permettono di camminare, correre, saltare, sostenendo il peso di un corpo in continuo movimento. Eppure, fino a non molto tempo fa, i piedi venivano trascurati e nascosti come qualcosa di cui vergognarsi. Le signore li esponevano solo al mare, in spiaggia, mentre in città dovevano essere calzati in scarpe chiuse. Oggi per fortuna non è più così: complice la moda, che punta su sandali sempre più aperti, e soprattutto grazie a una visione del benessere più globale, i piedi si sono presi la rivincita e possono essere esibiti con orgoglio. Ma vanno curati con attenzione: dalla detersione fino, per chi vuole, alla stesura dello smalto, senza dimenticare impacchi, frizioni e massaggi mirati a risolvere disturbi particolari, dall’ipersudorazione ai piccoli problemi circolatori.

 

Più energia

«Sui piedi si basa gran parte del sistema circolatorio periferico – spiega Erus Sangiorgi, direttore del Centro di metodologie naturali delle Terme di Riolo – perché, dal reticolo di vasi venosi della pianta, il sangue risale verso la parte superiore del corpo». Non solo: oltre a costituire una sorta di “spugna” che spreme ritmicamente il sangue, spingendolo come una pompa verso l’alto, i piedi sono anche, secondo le medicine orientali, un importante centro energetico, da non trascurare. Spesso, infatti, l’energia si concentra in alto, nella testa, congestionandola. Occorre, invece, distribuirla verso le estremità, attraverso tecniche di massaggio o con esercizi specifici.

 

Cure dolci per i piedi

La sera è buona abitudine concedersi il tempo per un pediluvio e un breve massaggio che allontanano la stanchezza e rigenerano la pelle dei piedi. Una pratica da non dimenticare soprattutto se si manifestano gonfiori, dolori e secchezza cutanea.

 

Pediluvio rinfrescante e deodorante

Mescola 50 g di sale da cucina con 10 g di sale amaro e conservali in un vaso di vetro a chiusura ermetica. Diluisci questa miscela in acqua calda, aggiungendo 1 o 2 gocce di olio essenziale di menta, rosmarino e timo. Immergi i piedi, quindi frizionali bene, senza tralasciare le caviglie.

 

Per ammorbidire i calli

Sciogli in acqua calda 1 o 2 cucchiai di bicarbonato, aggiungendo qualche goccia di olio essenziale di limone o menta. Immergi i piedi per una ventina di minuti.

 

Un massaggio riequilibrante

L’automassaggio Do-in si basa sulla teoria dei punti riflessi, per cui ogni parte del piede corrisponde ai vari organi del corpo. Serve per ristabilire un buon equilibrio energetico e per rilassarsi.
COME FARE: Appoggia il piede sulla coscia opposta e prendi l’alluce tra il pollice e l’indice della mano. Fagli compiere una ventina di rotazioni in entrambi i sensi, quindi massaggialo e tiralo avanti e indietro. Ripeti su ogni dito, poi massaggia e pizzicotta le aree interdigitali. Massaggia il solco alla base delle dita e fletti in alto e in basso tutte le dita e poi continua in profondità su tutta la pianta del piede con i polpastrelli dei due pollici.

 

Ruota le caviglie

È un esercizio presente in molte tecniche di meditazione orientale per favorire lo scorrere dell’energia dall’alto verso il basso. Poiché le caviglie sono considerate zona di blocco dell’energia, un buon sistema per liberarle consiste nel roteare in senso orario e antiorario, prima, un piede alla volta, poi, in modo sincrono, entrambi i piedi. L’esercizio va accompagnato da una respirazione regolare e profonda, mentre si visualizzano le caviglie avvolte da una luce bianca e calda.

 

ARTICOLI CORRELATI

Scopri il metodo Bates per ridurre i difetti della vista

La secchezza oculare è un problema sempre più diffuso. Come evitarla e curarla

Per l’antroposofia, i sintomi delle malattie da raffreddamento sono in realtà una salutare reazione dell’organismo

LINK SPONSORIZZATI
POST TAGS:
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.