Home / Pratica  / Scattanti come ranocchie

Scattanti come ranocchie

Dong, dong, dong, saltano le ranocchie.

Emina Cevro Vukovic

Baby_RanaAccucciati, con le mani unite sopra la testa, si può saltare in casa o nei prati come loro, le allegre ranocchie. È un esercizio abbastanza faticoso, ma molto divertente, che si può trasformare anche in una specie di gara tra più bambini. Attenzione però a non barare, le regole sono che dopo ogni salto si ritorna accucciati e non è valido mettere le mani a terra. Se alla fine si è stanchi, ci si può riposare facendo la Posizione della Rana, Bhekasana.

Stesi a terra sulla pancia, con le ginocchia piegate e larghe poco più dei fianchi, si appoggiano le mani sopra le dita dei piedi e si spingono i talloni a terra mentre si alza il capo verso l’alto. Le braccia in questa posizione stanno con i gomiti puntati verso l’alto. Bhekasana, allunga i muscoli delle cosce impedendo che facciano male dopo aver fatto uno sport intenso, perciò praticatela prima e dopo una partita di calcio o una corsa in bicicletta o una lunga camminata in montagna, vedrete che i muscoli non vi faranno più male. Controllate però prima di eseguirla di avere i muscoli delle gambe ben caldi, non la si può fare con i muscoli freddi.

ARTICOLI CORRELATI

C’era una volta una bambina, Nina, che viveva con i suoi genitori in montagna, in una casetta, vicino ai boschi.

Trombettista di fama internazionale, neo ambasciatore della musica Jazz nel mondo dello yoga

Un diverso approccio alla perdita di peso

LINK SPONSORIZZATI
NO COMMENTS

Sorry, the comment form is closed at this time.